PAYSMED - PAYS.DOC - Osservatorio - EMILIA ROMAGNA

Osservatorio - EMILIA ROMAGNA

Nel territorio di pianura della regione Emilia-Romagna, a nord dell’area collinare, si sono sviluppati insiemi di città e di insediamenti per la crescita progressiva delle città maggiori lungo la via Emilia e per l’accrescimento di un edificato diffuso nel territorio rurale.

La particolare forma delle diverse città, organizzate su un reticolo di strade che convergono come radiali verso il centro storico, la crescita degli insediamenti lungo tali strade verso l’esterno e la tendenza a realizzare edifici e nuclei sparsi, hanno originato territori sempre più ambigui: né solo città, né solo campagna. Tali territori conservano le attività tipiche del mondo agricolo, spesso in forma residuale, ma ad essi si affiancano sempre più funzioni e edifici caratteristici degli ambiti più urbani.

Gli aspetti maggiormente caratterizzanti il “periurbano” emiliano-romagnolo sono la molteplicità delle forme del “costruito”, la diversità di funzioni e attività che vi si svolgono, la sovrapposizione di significati che vengono attribuiti dagli abitanti a questi luoghi.

Sono quindi contesti che, proprio per questa loro diversità interna, possono divenire generatori di conflitti e/o di nuove energie creative verso forme di gestione della convivenza tra ciò che tradizionalmente si intende per città e ciò che nell’uso comune si associa a campagna.